Week end denso di impegni, quello appena trascorso, che ha visto la nostra Società schierare in campo ben 5 formazioni, dai più piccoli della Under 12 ai Senior della Serie B e dare vita allo Iacoboni fin dal primo pomeriggio di Sabato.

Un impegno organizzativo, logistico e tecnico, oltre che agonistico, che ha messo a dura prova la struttura societaria, che ha saputo rispondere con efficienza e solidità alle sollecitazioni ricevute, dimostrando solidità e capacità e ricevendo i complimenti delle società ospitate.

Serie B

Non sono riusciti, gli Arieti, a fermare la capolista Pesaro, che sul campo di Viale Fassini ha chiuso la partita a suo vantaggio con il punteggio di 8 a 6.

Punteggio anomalo nel rugby ad indicare un sostanziale equilibrio delle formazioni in campo, una buona organizzazione di entrambe le squadre e la ulteriore crescita dei nostri ragazzi che, nonostante la sconfitta (che ha comunque fruttato 1 punto in classifica per il bonus difensivo) hanno aggiunto ancora qualche cosa al personale bagaglio di convinzione ed autostima.

Un buon viatico per il resto del campionato.

Un in “bocca al lupo” ad Antonio Turetta e Javier Meneses che oggi hanno partecipato ad un raduno dei migliori giocatori Under 20, organizzato presso il Centro di Formazione Permanente della FIR

Under 16

Altra pesante sconfitta per i ragazzi di Massimo Pica quella subita contro gli aquilani della Rugby Experience School nel secondo incontro del campionato.

Una squadra, la nostra, ricostituita recentemente dopo 3 anni di stop e formata da ragazzi appena transitati dalla under 14 e nuovi elementi, ed affidata al tecnico, che prosegue nel complesso processo di costruzione, solo alla fine del mese di Agosto.

Costanza ed impegno porteranno questi ragazzi ad una crescita veloce.

Minirugby

Pomeriggio di sole quello di Sabato in cui sono scesi in campo i ragazzi della Under 12 e Under 14 per un appuntamento di gioco e divertimento.

Under 14

Sconfitta anche per i ragazzi di Carucci e Nobili che si sono trovati ad affrontare la migliore rappresentativa di categoria della regione, la Lazio Rugby Junior, che ha dimostrato una caratura nettamente superiore ai nostri ragazzi.

Queste sono le sconfitte che insegnano e danno stimoli per nuovi punti di arrivo.

Under 12

Impegnati nel loro girone con CUS Roma e Lazio Junior R. hanno superato il primo ostacolo della qualificazione ed hanno disputato la finale di concentramento affrontando l’Union Viterbo 1952 che li ha battuti.

Buona comunque la prestazione di tutti i 18 “aspiranti Arieti” che oltre a divertirsi hanno dimostrato di aver ben compreso gli insegnamenti dei loro allenatori R. Scagnoli e S. Turetta ed hanno messo in campo quella determinazione ed aggressività che porta poi ad una buona espressione tecnica.

Biblioteca

Con incredibile coincidenza con i recenti fatti avvenuti su alcuni campi della Serie B e con le sanzioni subite dalla nostra società per il deprecabile comportamento di alcuni “tifosi”, è uscito nelle librerie il volume  “Genitori in gioco – Quando il rugby aiuta a non diventare ultrà”, storia di un genitore che avvicina il figlio al rugby, ritenendo che sarebbe stato utile per favorirne la crescita complessiva, senza immaginare che sarebbe stato più utile a lui.

0 129